archivio news

Povertà educativa, 1200 proposte per combatterla

Sono quasi 1200 le proposte per combattere la povertà educativa arrivate da tutta Italia in risposta ai bandi . Ed è record di progetti dalle regioni Campania e Sicilia. A segnalare i risultati è l’Impresa sociale Con i Bambini, nata lo scorso giugno come soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della Povertà educativa minorilee interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud.

Per il bando Prima infanzia (0-6 anni) sono circa 400 le proposte presentate, di cui il 5,6 per cento riguardano Piemonte e Valle D’Aosta; 8 per cento Lombardia; 6,8 per cento Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia; 3,8 per cento Toscana; 7,3 per cento Liguria e Sardegna; 4,5 per cento Emilia Romagna; 7,8 per cento Umbria, Marche, Abruzzo e Molise; 10,1 per cento Lazio; il 14,6 per cento da Campania; 5,3 per cento Puglia; 5,3 per cento Basilicata e Calabria; 11,1 per cento Sicilia. Oltre a queste ci sono anche proposte “nazionali”, che riguardano interventi in più regioni. In questo caso sono il 9,8 per cento.

Circa 800, invece, le proposte relative al Bando Adolescenza (11-17). Di queste il 3,1 per cento in Piemonte e Valle D’Aosta; il 7,8 per cento in Lombardia; il 5,4 per cento in Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia; il 4,3 per cento in Toscana; il 4,5 per cento in Liguria e Sardegna; il 2,6 per cento in Emilia Romagna; il 6,6 per cento in Umbria, Marche, Abruzzo e Molise; il 7,4 per cento in Lazio; il 13,3 per cento in Campania; il 9,6 per cento in Puglia; il 7,6 per cento in Basilicata e Calabria; il 10,9 per cento in Sicilia. Anche in questo caso sono numerose le proposte “nazionali”: sono il 16,9 per cento.

<< ARCHIVIO NEWS

Minori non accompagnati, bandi per la formazione dei tutori volontari

Sul sito dell’Autorità Garante per l’infanzia e (...)

Master interdisciplinare sui diritti dell’infanzia alla Bicocca

L’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con (...)

Mense scolastiche, non vi accedono il 48 per cento degli alunni

Forti disparità nella fruizione e nei criteri di accesso (...)

archivio news