archivio news

Cresce il consumo delle nuove droghe tra gli adolescenti europei

Cresce la diffusione di nuove sostanze psicoattive e dipendenza da internet, gioco d’azzardo e gaming tra i giovani studenti europei di 15-16 anni ed è in lieve caloil consumo di alcol e tabacco. Sono alcune delle informazioni raccolte dall’ultima indagine condotta dall’Espad European School Survey Project on Alcohol and other Drugs, presentate il 20 settembre .
I dati dell’indagine, a cadenza quadriennale, si riferiscono al 2015 e provengono da questionari anonimi somministrati a 96.043 studenti di 35 Paesi europei. Per l’Italia è stata curata dall’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc-Cnr).
Il 18% degli studenti europei ha utilizzato droghe almeno una volta nella vita. Il 4% ha sperimento almeno una volta nuove sostanze psicoattive Nps, il 3% almeno una volta nell’ultimo anno. “In media, le Nps (cannabinoidi sintetici, catinoni sintetici, fenetilamine, ketamina e analoghi, piperazine Ndr) sembrano oramai più diffuse di altre sostanze conosciute, come amfetamine, ecstasy, cocaina o Lsd, che hanno tutte percentuali di consumo più basse”. Sostanza più diffusa resta la cannabis: il 16% l’ha usata almeno una volta nella vita, il 7% nell’ultimo mese.
Per maggiori informazioni vai su ESPAD

<< ARCHIVIO NEWS

Minori non accompagnati, bandi per la formazione dei tutori volontari

Sul sito dell’Autorità Garante per l’infanzia e (...)

Master interdisciplinare sui diritti dell’infanzia alla Bicocca

L’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con (...)

Mense scolastiche, non vi accedono il 48 per cento degli alunni

Forti disparità nella fruizione e nei criteri di accesso (...)

archivio news