Ambiente familiare e misure alternative

Sottrazione Internazionale di minori

L’Art. 11 stabilisce che
_ 1. Gli Stati parti adottano provvedimenti per impedire gli spostamenti ed i non-ritorni illeciti di fanciulli all’estero.
2. A tal fine, gli Stati parti favoriscono la conclusione di accordi bilaterali o multilaterali oppure l’adesione ad accordi esistenti.

Le situazioni di conflittualità che nascono all’interno del nucleo familiare composto da coppie miste possono talvolta sfociare in episodi di sottrazione internazionale di minori, fenomeno conosciuto internazionalmente con la denominazione di legal kidnapping. Si tratta del «rapimento» del figlio o dei figli minori commesso dal genitore non esercente esclusiva potestà. Il minore viene illecitamente trasferito o trattenuto all’estero e allontanato dalla propria residenza abituale, in cui coltivava i propri affetti e le proprie relazioni sociali.
Dal 2009 il Gruppo CRC monitora e approfondisce il fenomeno della sottrazione internazionale di minori e dei trasferimenti illeciti.

- Leggi l’analisi e le raccomandazioni del Gruppo CRC in ciascun Rapporto:
2° Rapporto Supplementare
5° Rapporto CRC 2011-2012
6° Rapporto CRC 2012-2013
7° Rapporto CRC 2013-2014
8° Rapporto CRC 2014-2015
9° Rapporto CRC 2015-2016

Al via Piano integrazione per i titolari di protezione internazionale

Il Viminale ha emanato il tanto atteso Piano (...)

Osservatorio pedofilia, Linee guida per le vittime di abusi

Lo scorso 15 settembre, nell’ambito dell’ assemblea (...)

Terza Conferenza Nazionale della Famiglia

Promossa dal Dipartimento per le politiche della (...)

archivio news