archivio news

Piano nazionale infanzia: bozza all’esame dell’Osservatorio il 14 luglio

Il Ministro Sacconi confida nell’approvazione del Piano ad ottobre

Questi i principali contenuti della risposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Sacconi all’interrogazione parlamentare n. 3-01151, concernente iniziative per la definizione del nuovo Piano Nazionale d’azione per l’infanzia e l’adolescenza.

Nell’interrogazione si evidenziava che “l’assenza ormai dal 2004 - data dell’ultimo piano per l’infanzia approvato dal Governo - di un orientamento nazionale delle politiche per l’infanzia e l’adolescenza rende sempre più urgente la necessità di definire [… ] un efficace strumento di riferimento”, e si chiedeva un aggiornamento rispetto all’approvazione del Piano da parte dell’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza. Infatti, nel corso dell’informativa presso il Senato della Repubblica del 22 aprile 2010, il Sottosegretario Giovanardi aveva dichiarato che sarebbe stato presentato a breve all’Osservatorio nazionale sull’infanzia e l’adolescenza uno schema di Piano. [Cfr Nota 1]

Durante la seduta parlamentare, svoltasi mercoledì 30 giugno, il Ministro Sacconi ha risposto all’interrogazione parlamentare, comunicando che l’Osservatorio è stato convocato per il prossimo 14 luglio.” [Cfr Nota 2]

Il Ministro ha aggiunto che “immediatamente dopo, ove condivisa dall’Osservatorio, quella proposta passerà al Consiglio dei ministri e, alla successiva valutazione della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza, per tornare, poi, al Consiglio dei ministri in via definitiva.” Il Ministro ha concluso affermando che “se, come mi auguro, vi sarà una condivisione, già nella prima fase, dell’Osservatorio, credo che l’iter sarà molto breve e si potrà realizzare compiutamente, con la ripresa dell’attività parlamentare, confido, entro il mese di ottobre.”

Secondo il Ministro Sacconi l’approvazione del Piano Nazionale Infanzia è “un atto certamente importante […] per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva”, ma “questo adempimento, relativo alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia è una Cornice”, che “non comporta specifici impegni di finanza pubblica” [Cfr Nota 2]

- Note:
Nota 1: si veda Piano Nazionale Infanzia: informativa del Governo in Senato
Nota 2: Resoconto stenografico della seduta del 30 giugno 2010 — N. 345

-  Glossario :
Osservatorio nazionale sull’infanzia e l’adolescenza: è stato istituito con Legge 451/1997 ed è un organismo di coordinamento fra Amministrazioni Centrali, Regioni, Enti Locali, Associazioni, Ordini professionali e Organizzazioni non governative che si occupano di infanzia. Ogni due anni predispone il Piano Nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva (Piano Nazionale Infanzia), ha inoltre il compito, ogni 5 anni, di redigere lo schema del rapporto del Governo all’ONU sull’applicazione della CRC.

- Per ulteriori approfondimenti, si vedano anche:
Il Piano Nazionale d’azione per l’Infanzia (PNI)
Misure generali di attuazione della CRC in Italia
Piano Nazionale Infanzia: informativa del Governo in Senato
Piano Nazionale della Famiglia: continuano i lavori del Dipartimento per le politiche per la famiglia

<< ARCHIVIO NEWS

Povertà educativa, ammessi 128 progetti per il bando 0-6 anni

Ammessi 128 progetti per il bando Prima Infanzia (0-6), (...)

Relazione al Parlamento della Garante

Lo scorso 16 Giugno, l’Autorità garante per l’infanzia e (...)

Nuovo Presidente e membri per il Comitato ONU

Il Comitato ONU per i Diritti dell’Infanzia e (...)

archivio news