Il Piano Nazionale d’azione per l’Infanzia (PNI)

Il Piano nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva c.d. Piano Nazionale Infanzia (PNI) è un documento molto importante in quanto contiene le linee strategiche fondamentali e gli impegni concreti che il Governo intende perseguire per sviluppare un’adeguata politica per l’infanzia e l’adolescenza.
Previsto in Italia dalla Legge 451/1997, ha l’obiettivo di conferire priorità ai programmi riferiti ai minori e di rafforzare la cooperazione per lo sviluppo dell’infanzia nel mondo.
Nel PNI vengono individuate le modalità di finanziamento per la tutela dei diritti e degli interventi da esso previsti nonché le forme di potenziamento e di coordinamento delle azioni svolte dalle lo sviluppo dei soggetti pubbliche amministrazioni, dalle Regioni e dagli Enti Locali.

A) ELABORAZIONE: l’organismo competente a predisporre il contenuto del PNI è l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza.
Le Amministrazioni centrali dello Stato, le Regioni e gli Enti Locali si coordinano con l’Osservatorio affinché venga adottata ogni misura volta a qualificare l’impegno finanziario per perseguire le priorità e le azioni previste dal piano stesso.

B) PRESENTAZIONE:il testo elaborato dall’Osservatorio viene presentato dal Ministro del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali insieme al Ministro per le Politiche per la Famiglia presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri prima alla Commissione Infanzia, che ha tempo 60 giorni per emettere un parere, poi al Consiglio dei Ministri.

C) ADOZIONE: il PNI viene adottato con Decreto del Presidente della Repubblica, previo parere della Conferenza unificata e previa deliberazione del Consiglio dei Ministri.

Il PNI viene (dovrebbe essere) definito ogni due anni.
In realtà è dal 2004 che l’Italia non ha un PNI.

I PNI ad oggi adottati sono stati i seguenti:

- Piano d’Azione del Governo per l’infanzia e l’adolescenza 1997/1998
- Piano Nazionale di Azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva 2000-2001
- Piano Nazionale di Azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva 2002-2004
- Piano Nazionale di Azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva 2010-2011

Glossario:
Osservatorio nazionale sull’infanzia e l’adolescenza: è stato istituito con Legge 451/1997 ed è un organismo di coordinamento fra Amministrazioni Centrali, Regioni, Enti Locali, Associazioni, Ordini professionali e Organizzazioni non governative che si occupano di infanzia. Ogni due anni predispone il Piano Nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva (Piano Nazionale Infanzia), ha inoltre il compito, ogni 5 anni, di redigere lo schema del rapporto del Governo all’ONU sull’applicazione della CRC.

Si veda anche:
Misure generali di attuazione della CRC -> Piano Nazionale Infanzia

Al via il reddito di inclusione, priorità a famiglie con minori

La delega al Governo prevede il varo del reddito di (...)

La legge per i minori stranieri non accompagnati è realtà

Approvata lo scorso 29 marzo in via definitiva alla (...)

Migranti, terzo Rapporto sulla protezione internazionale

Presentato lo scorso 16 novembre è stato curato da (...)

archivio news