archivio news

Garante nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza:

trasmesso al Senato il Disegno di Legge approvato alla Camera il 16 marzo 2011.

Il 22 marzo è stato trasmesso dal Presidente della Camera dei Deputati il Disegno di Legge per l’Istituzione del Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza.

Il Disegno di Legge C.2008 era stato presentato alle Camere nel settembre del 2009 ed è poi stato rinviato alle Commissioni Affari Costituzionali e Affari Sociali, che ne hanno concluso l’esame il 9 marzo.

Il testo, che attende l’approvazione finale al Senato, alla Camera ha ottenuto 467 deputati favorevoli e due deputati astenuti.

Il Disegno di Legge contiene varie modifiche rispetto al testo precedentemente presentato e discusso nel 2009 e che è stato costantemente monitorato dal Gruppo CRC.

Si veda:
Archivio news - Garante Infanzia: fermato l’Iter Legislativo alla Camera
Archivio news - Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza: a che punto siamo?

Il provvedimento istituisce “l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza […] con poteri autonomi di organizzazione, con indipendenza amministrativa e senza vincoli di subordinazione gerarchica” (Art. 1).

Il Garante nazionale è un “organo monocratico […] dura in carica quattro anni e il suo mandato e` rinnovabile una sola volta; la nomina è adottata d’intesa dai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato” (Art. 2).

Il Disegno di Legge attribuisce al garante “una serie di compiti, funzioni e poteri (artt. 3, 4 e 6), tra i quali vanno ricordati la facoltà di proporre l’adozione di iniziative per assicurare la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza; la competenza ad esprimere un parere sul Piano Nazionale di Azione prima della sua trasmissione alla Commissione parlamentare per l’infanzia; la competenza ad esprimere osservazioni circa l’individuazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali relativi all’infanzia e all’adolescenza e a vigilare in merito al rispetto degli stessi; la collaborazione con gli altri organismi nazionali e internazionali aventi competenze sull’infanzia e con i garanti regionali già istituiti; la facoltà di esprimere pareri sui disegni di legge, sugli atti normativi del Governo e sui progetti di legge all’esame del Parlamento in materia di tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.” [Cfr Nota 1]

Leggi il testo del Disegno di Legge trasmesso al Senato, (S.2631).

Per seguire l’iter in Senato, CLICCA QUI.

- Note:
Nota 1:
Camera dei Deputati

- Per ulteriori informazioni si vedano anche:
Misure generali di attuazione della CRC in Italia - Garante per l’infanzia.
2° Rapporto Supplementare alle Nazioni Unite sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia da pagina 27 a pagina 30.

<< ARCHIVIO NEWS

Al via Piano integrazione per i titolari di protezione internazionale

Il Viminale ha emanato il tanto atteso Piano (...)

Osservatorio pedofilia, Linee guida per le vittime di abusi

Lo scorso 15 settembre, nell’ambito dell’ assemblea (...)

Terza Conferenza Nazionale della Famiglia

Promossa dal Dipartimento per le politiche della (...)

archivio news