GARANTE INFANZIA

INFANZIA: LOMBARDIA ISTITUISCE FIGURA GARANTE

(ANSA) - MILANO, 24 MAR - Nasce in Lombardia il garante dell’infanzia che ha il compito di aiutare gli enti e le istituzioni che già esistono a coordinarsi e anche quello di segnalare discriminazioni o abusi e collaborare per fermare violenze o mutilazioni genitali sui bambini.
Con il comitato regionale delle comunicazioni, poi, dovrà anche monitorare giornali e programmi tv e ogni forma di comunicazione audiovisiva e anche online, Youtube incluso.
Il consiglio regionale ha dato oggi il via libera all’unanimità a una legge che ha messo insieme proposte della Lega Nord, degli allora Ds e Margherita e del consigliere Silvia Ferretto (eletta nelle fila di An).
"E’ un provvedimento di civiltà" ha commentato la relatrice Monica Rizzi (Ln). Una delle ipotesi iniziali era stata quella di affidare questi compiti al difensore civico per evitare la moltiplicazione di strutture ma alla fine, grazie anche ad una riunione dei capigruppo di ieri, il garante per l’infanzia ha avuto il via libera.
"E’ una sentinella attiva - ha spiegato l’assessore alla Famiglia, Giulio Boscagli - che collabora con le istituzioni e con la società civile".
Nello spiegare il suo voto favorevole al testo, la consigliera del Pd, Maria Grazia Fabrizio, ha detto di sperare che ci siano "risorse giuste" per farlo lavorare.
E Boscagli ha risposto che "nel momento in cui si istituisce una funzione bisogna farla funzionare ma è importante che non ci siano strutture inutili". Ed è per questo che il garante si potrà servire di strutture che già esistono e Boscagli ha annunciato che sarà irrobustito il servizio minori interno all’assessorato.
Nonostante il voto positivo è rimasta qualche perplessità, come quella del consigliere dei Verdi Carlo Monguzzi. "Il garante dei minori non parla con i minori - ha commentato -. Se avessimo voluto fare una legge utile avremmo dovuto metterci dentro altre cose". Il garante dell’infanzia e dell’adolescenza sarà scelto dal consiglio regionale e resterà in carica 5 anni con la possibilità di essere rieletto una sola volta. (ANSA).

Si veda anche: Aree tematiche -> Misure generali di attuazione della CRC in Italia -> Garante per l’infanzia

<< ARCHIVIO EVENTI

Povertà educativa, ammessi 128 progetti per il bando 0-6 anni

Ammessi 128 progetti per il bando Prima Infanzia (0-6), (...)

Relazione al Parlamento della Garante

Lo scorso 16 Giugno, l’Autorità garante per l’infanzia e (...)

Nuovo Presidente e membri per il Comitato ONU

Il Comitato ONU per i Diritti dell’Infanzia e (...)

archivio news