archivio news

Ci sono DATI nuovi?

Povertà, minorenni fuori famiglia, situazione degli edifici scolastici, adozione.

A sei mesi dalla pubblicazione del 6° Rapporto CRC, la raccomandazione che chiedeva al Governo di impegnarsi per colmare la carenza e la mancanza di un sistema di raccolta dati incentrato sulle persone di minore età è ancora disattesa.

Si segnalano però dei dati aggiornati che ci permettono di avere un quadro più chiaro su alcune questioni riguardanti il rispetto e la promozione dei diritti dell’infanzia e adolescenza in Italia.

- Minorenni fuori famiglia
A fine 2011 erano 29.388 i minorenni fuori famiglia - pari al 3 per mille dei residenti nella fascia 0-17 - di cui 14.397 in affido familiare e 14.991 in comunità.

Questi gli ultimi dati pubblicati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale, nei Quaderni della ricerca sociale n° 26 - Affidamenti familiari e collocamenti in comunità al 31/12/2011.

È confermato il dato relativo all’età dei minori accolti, prevalentemente pre-adolescenti/adolescenti (il 60%) ed è in aumento l’accoglienza di minorenni stranieri, soprattutto non accompagnati (il 51%). È invece preoccupante il dato dei bambini piccolissimi in comunità - 61% - e il 39% in affido).

Relativamente all’affido familiare, i dati mostrano (e confermano) la reale presenza di affidi a lungo termine. Il 60% degli affidi è oltre i due anni e 33,8% oltre i 4 anni.

- Povertà
Secondo l’Istat nel 2012, aumenta la povertà assoluta tra le famiglie composte da coppie con tre o più figli minori - quelle in povertà assoluta passano dal 10,4% al 16,2%; se si tratta di tre figli minori, dal 10,9% si raggiunge il 17,1%. Purtroppo le dinamiche della povertà relativa confermano molti dei peggioramenti osservati per la povertà assoluta: famiglie con uno o due figli, soprattutto se minori (dal 13,5% al 15,7% quelle con un minore, dal 16,2% al 20,1% quelle con due).

Aumenti della povertà assoluta vengono registrati anche nelle famiglie di monogenitori (dal 5,8% al 9,1%).

- Edifici Scolastici
Lesioni strutturali in una scuola su sette, distacchi di intonaco in una su cinque e, nel corso dell’ultimo anno scolastico, ben 29 casi di tragedie sfiorate a causa di crolli di diversa entità. Migliorano i dati sul possesso delle certificazioni, peggiora invece lo stato di manutenzione delle scuole che nel 39% dei casi è del tutto inadeguato, così come la qualità di vita all’interno delle aule che, in un caso su cinque, presentano segni di muffe, infiltrazioni e umidità.
A mantenere in piedi la scuola contribuiscono in buona parte le famiglie che, solo nell’ultimo anno scolastico, hanno versato circa 390 milioni di euro, sotto forma di contributo volontario o donazione di materiali e beni.
Questi alcuni dati dell’XI Rapporto su sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola, presentato da un’associazione del Gruppo CRC a settembre del 2013.

- Adozione
Il 26 febbraio 2013 è stato finalmente pubblicato il decreto dirigenziale interno al Ministero della Giustizia che ha segnato l’avvio della Banca Dati dei minori adottabili e delle coppie disponibili all’adozione (BDA), prevista ai sensi dell’art. 40 della legge 28 maggio 2001 n. 149.

Al mese di giugno 2013, i minori adottabili risultanti dalla Banca Dati erano 1.491 (1.251 nel 2011), invece le coppie iscritte alla BDA risultavano essere 11.927.

<< ARCHIVIO NEWS

Miur, oltre 800 mila gli alunni con cittadinanza non italiana

Sono quasi 815.000 gli alunni stranieri in Italia. Lo (...)

Una legge contro il cyberbullismo

Approvate in via definitiva il 17 maggio scorso le (...)

Al via il reddito di inclusione, priorità a famiglie con minori

La delega al Governo prevede il varo del reddito di (...)

archivio news