archivio news

Appello delle Ong italiane per fermare le stragi in mare

L’ennesima tragedia del mare al largo di Lampedusa del 9 febbraio scorso, in cui hanno perso la vita oltre 300 migranti ha spinto le ong: Ai.bi., Amnesty International Italia, Caritas Italiana, Centro Astalli, Emergency, Fondazione Migrantes, Intersos, Save the Children e Terre des Hommes, ad unirsi per far sentire le loro voce contro le stragi in mare.
Attraverso un comunicato – appello, rivolto al Governo Italiano e all’Unione Europea, le associazioni hanno chiesto un deciso cambio di rotta nelle politiche sull’immigrazione. Tra i punti principali dell’appello: la richiesta di canali sicuri e legali d’accesso in Europa, per evitare ulteriori perdite di vite in mare, che consentirebbero di gestire il fenomeno; il rafforzamento delle operazioni di ricerca e soccorso in mare e politiche che garantiscano la protezione e la tutela dei diritti umani di rifugiati, migranti e richiedenti asilo che attraversano il Mediterraneo.

<< ARCHIVIO NEWS

Al via Piano integrazione per i titolari di protezione internazionale

Il Viminale ha emanato il tanto atteso Piano (...)

Osservatorio pedofilia, Linee guida per le vittime di abusi

Lo scorso 15 settembre, nell’ambito dell’ assemblea (...)

Terza Conferenza Nazionale della Famiglia

Promossa dal Dipartimento per le politiche della (...)

archivio news